Browsing Tag

imprese

pil

Meno spesa pubblica = meno PIL = (oggi) più recessione?

In vari corsi di formazione e in tante letture, ho visto come il PIL (Prodotto Interno Lordo) sia misurato come segue.

  1. Netto tra importazioni ed esportazioni:

stiamo puntando molto su esportazioni ed internazionalizzazione, il saldo è positivo e sicuramente tutte le PMI italiane devono puntarci molto, soprattutto per differenziare i mercati, sapendo che la domanda interna è ferma;

+

  1. consumi delle famiglie:

quanto a consumi delle famiglie lasciamo stare:

Ma lo startupper di oggi è l’artigiano di ieri?!

Dopo un po’ di tempo mi ritrovo a scrivere (non faccio il blogger ma mi piacerebbe: ho appena il tempo di dormire!) e intervengo su un argomento in voga oggi, legato a tre parole (come la famosa canzone, ritornello meteora  di qualche estate fa …): lavoro, impresa, innovazione.

START UP INNOVATIVA: OTTIMA PER TRASFERIMENTO TECNOLOGICO RICERCA-(PICCOLA)IMPRESA MA NON PER AUTOIMPIEGO E GRANDE INDUSTRIA

Mentalità e idea non bastano per fare un’impresa da zero, neanche per quella Innovativa

Infatti, nel proporre sempre un approccio molto operativo, al di là di strategie, immagine o progettazione che spesso rimangono tali, io la penso così sulle Start up Innovative.

Sicuramente la normativa di legge 179 e 212 è un’ottima incentivazione per lo sviluppo di imprenditoria “generale” di piccole dimensioni ma, come spiego al seguito, con poche possibilità di successo per lo sviluppo di imprenditoria giovanile, cioè di giovani sotto i 35 anni di età, soprattutto di inoccupati e disoccupati del momento, circa il 50% di ragazzi al Sud Italia.